Soggiorni Militari: Chi può accedere alle Basi Logistiche Esercito?

Come descritto nella Guida ai Soggiorni Militari, scopriamo, di seguito, chi possiede i requisiti per essere ammesso alle Basi Logistiche dell'Esercito.

Personale Militare:
  1. Ufficiali, Sottufficiali e Volontari dell'Esercito in servizio permanente e non, che hanno contratto matrimonio, con relativo nucleo familiare limitatamente al coniuge ed ai figli purché conviventi. Il personale in servizio può chiedere anche l’ammissione di altri familiari conviventi diversi dal coniuge e dai figli inoltrando domanda a parte. L’ammissione è subordinata alla partecipazione del dipendente o del suo nucleo familiare;
  2. Ufficiali e Sottufficiali in quiescenza (ausiliaria, riserva o congedo assoluto), o del Ruolo d’Onore e relativo nucleo familiare limitatamente al coniuge ed ai figli purché conviventi;
  3. Appartenenti al gruppo delle Medaglie d’Oro;
  4. Vedove o vedovi del personale militare che non hanno contratto altro matrimonio e relativi figli purché conviventi. L’ammissione è subordinata alla partecipazione del vedovo/a;
  5. Personale dell’Arma dei Carabinieri che presta servizio presso Enti dell’Esercito.
Personale civile:
  1. Personale Civile in servizio presso qualsiasi Ente della Difesa e relativo nucleo familiare, limitatamente al coniuge ed ai figli purché conviventi;
  2. Personale Civile della Difesa in quiescenza e relativo nucleo familiare, limitatamente al coniuge ed ai figli purché conviventi;
  3. Vedove o vedovi del personale civile della Difesa che non hanno contratto altro matrimonio e relativi figli purché conviventi e minorenni.
Personale appartenente ad altre Forze Armate, ai Carabinieri e alla Guardia di Finanza:

Ufficiali, Sottufficiali e Volontari in servizio permanente o in quiescenza con il relativo nucleo familiare, appartenente ad altre Forze Armate, ai Carabinieri (esclusi quelli che prestano servizio presso enti dell'Esercito - punto 5 del Personale Militare, sopra descritto) e alla Guardia di Finanza solo in via residuale dopo aver soddisfatto tutte le richieste del personale ai precedenti punti e con le modalità di cui alle disposizioni per le ammissioni.

A fattor comune, è consentita la frequentazione ai figli minorenni del personale militare e civile, solo se accompagnati dai rispettivi genitori o da fratelli o da congiunti maggiorenni aventi titolo e, negli ultimi due casi sempre che il genitore trasmetta, unitamente alla domanda, esplicita delega ove nomini quale garante del/i minore/i, il fratello o il congiunto maggiorenne ammesso al turno. Sono peraltro escluse le persone per le quali sussistano necessità di particolare assistenza e/o vitto speciale.

N.B. sono considerati conviventi con il titolare del beneficio anche i figli di genitori legalmente separati o divorziati, affidati all’altro coniuge (solo qualora sia dimostrabile l’obbligo del “mantenimento” da parte del genitore titolare del beneficio). In tali casi, l’utilizzazione del soggiorno è riservata al titolare ed ai figli, con esclusione dell’altro coniuge.

13 commenti:

  1. Ancora oggi che siamo nel 3° millennio e che anche la chiesa si sta' muovendo verso quello che e' la separazione e le coppie di fatto, ancora oggi la "compagna/o" nn e' considerato alla stessa maniera della consorte ! MA QUANDO SI CAMBIA ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente.Emarginati da gente bigotta e ignorante.

      Elimina
  2. A quanto pare dalle testimonianze di colleghi AM c'è una apertura verso il patner non legale, seppur non ufficialmente, accettandolo/a come convivente.

    RispondiElimina
  3. LA COSA PIU' GRAVE E' che i civili sono discriminati (come negri) rispetto alla CASTA dei militari. Si ricordino i signori ufficiali e sottufficiali che sono mantenuti nei loro privilegi soprattutto dai soldi dei disprezzati CIVILI !!!

    RispondiElimina
  4. se uno vuole i diritti degli sposati, perché non si sposa?
    Si vogliono i diritti senza alcun dovere?

    RispondiElimina
  5. Magari si sta ad aspettare la separazione... è per i tempi tecnici per risposarsi. ..si parla di anni. E nel frattempo uno deve essere emarginato?! Siamo nel terzo millennio ma di fatto si sta molto indietro...anche per alcuni bigotti che pensano nel perbenismo e poi sono i primi a bussare in altre porte di casa... ������

    RispondiElimina
  6. Salve, da settembre 2014 separata o meglio 2 consensuali saltate, giudiziale depositata, diciamo di fatto ex marito militare; è possibile accedere con mia figlia al lido militare sito a trani e utilizzare eventualmente altre strutture militari nazionali ??? Grazie

    RispondiElimina
  7. Salve, da settembre 2014 separata o meglio 2 consensuali saltate, giudiziale depositata, diciamo di fatto ex marito militare; è possibile accedere con mia figlia al lido militare sito a trani e utilizzare eventualmente altre strutture militari nazionali ??? Grazie

    RispondiElimina
  8. Buongiorno, sono figlia di un maresciallo di Marina che operava a La Soezia, avevo chiesto per la prima volta se noi figli potevamo accedere alio stabilimento balneare di Venezia ma mi è stato risposto che non essendoci più il papà a noi veniva concesso solo di entrare come ospiti. Sono rimasta alquanto delusa perché trovo che questo sia ingiusto, mio papà ha sempre servito con devozione la Marina m, è stato náufrago di guerra e di crociera, ha avuto croci di guerra al merito e senza dubbio non sarà contento di questo da lassù. Avevo chiesto anche se come socia potessi avere questa possibilità ma sono stati irremovibili. Per me è difficile andare come ospite anche perché essendoci trasferiti da tempo ad Abano Terme non ho alcuna relazione con componenti della Marina . Ecco se c'è la possibilità che qualcuno possa leggere spero trovi una soluzione più equa perché sempre figli siamo sua che il papà sia ancora su questa terra che non. Con molta stima Gilda Martino

    RispondiElimina
  9. Può usufruire un sottufficiale (16° Corso A.S.), congedatosi dopo tre anni? Grazie

    RispondiElimina
  10. Sono una vedova di un maresciallo, come faccio per usufruire del beneficio?

    RispondiElimina
  11. Spiacevole che dopo u ora di attessa al <Centro pronotazioni non ho avuto nessuna risposta, sia ome informazioni generali e prnotazioni. Servirebbe ridimensionare i tempi di attesa e soprattutto rispondere dopo una ora di attwsa. Grazie

    RispondiElimina